martedì 31 luglio 2012

PIOVIMI

















Si sente una musica, lontana
sarà un'arpa triste
che ha trovato le dita di un angelo.
Strano, mi ricorda il verde
di una primavera passata
e gli ultimi fiori di ciliegio
nei quali cercavo la pioggia,
ma trovavo solo rugiada.
Guardo adesso,
la terra sotto i piedi nudi,
bruciata dal solito sole
che viene e va, come vuole
e questa musica lontana
mi fa alzare le braccia
ed implorare il destino...
piovimi.


Liana Margescu

giovedì 26 luglio 2012

PRIMA DELL'ALBA

C’è il fuoco che divora il sangue
prima dell’alba,
c’è un lenzuolo caduto, nell’abisso dei sogni
ed un cuscino immerso, nelle lacrime
le dita, che cercano altre dita per raccontarsi
e c’è il sospiro
poi, l’inferno, intrecciato al paradiso
come in una storia d’amore, impossibile
e c’è la calma prima della tempesta,
c’è tutto e niente...

Poi arriva l’alba e si ricomincia

 

di Liana Margescu

mercoledì 25 luglio 2012

Il volo



Bevi una mia lacrima
- Dimmi é così salato il mare? -
E' solo perché questo quadro mi fa troppo male
Tutto é passione.

Tela spalancata ed io a braccia tese

Crocifissa
Vorrei fossero ali
E non grida questi chiodi.


Pensieri Per Caso

lunedì 23 luglio 2012

Inciampo ma non cado



Inciampo sul selciato
inciampo ma non cado

Mentre aspetto
e la pazienza non mi manca
intreccio collane di paglia
e perline colorate
conchiglie vuote 
e boccioli di rose ormai sfiorite

Raccolgo gocce d'insonnia
aspettando la pioggia
promessa da un santone in doppiopetto blu
mentre passeggio 
a passo di lumaca
seguendo con lo sguardo
per non perdere la strada
la coda appuntita della tartaruga

Programmo odi 
a foglie rinsecchite
che l'occhio mio
esausto e abbacinato
s'illude di vedere germogliate

Osservo da lontano
distesa sulla sabbia delle mie colline
le vostre angeliche bravate
mentre sorseggio un tè
bollente amaro
al gusto dolce di limone.
 
di Anto dal blog volerevolare

sabato 21 luglio 2012

Non sara?


Perchè il mio cuore si vuole fidare?
Ora che l'età ha la maturità 
di non farsi ingannare?
Nessuna accortezza,
nessun tentativo di disilludere
questa saggia esperienza.
Ma chi credi di essere
per alleggerirti così?
Quanta tenerezza,
quanta dolcezza,
quanto amore
in ogni cosa,
dal fiore che colgo,
dal pianto di un bimbo,
dal paesaggio che incontro,
da una carezza sul viso,
da un viaggio intrapreso.
Non sarà perchè giunge la morte?


Cristina 30/08/2011

dal blog: Scintille

giovedì 19 luglio 2012

Francesca Ghiribelli – Kelp-Il mare nasconde un segreto

Secoli fa esistevano due pezzi di Cielo.
Esistono tuttora, ma nessuno ormai più presta ascolto a certe credenze.
Sembra che il mondo ami il mare, ma ogni uomo resta sordo alla voce delle onde.
Ogni segreto è bello fino a che resta un mito, ma quando arriva il momento di sfatare quel mito il suo mistero si spegne piano piano.
C’è solo qualcuno che sa la sacra verità.
La sola che ha mantenuto il silenzio per decenni.
La Luna guardinga ha sempre osservato ogni piccolo grande gesto del mare.
In fondo, lui così vasto e senza fine è rimasto sempre lo stesso.
E’ il suo cuore a nascondere l’arcano segreto di un nuovo popolo.
E sarà proprio quel popolo a cercare vendetta e giustizia.
Il mondo è stato da sempre in mano agli uomini, ma ci saranno nuovi crepuscoli, che i Koti, piccoli elfi dal cuore blu, tramuteranno nella loro eterna alba.
Una rinascita del loro potere.
La Luna, dama del Cielo ha sempre preferito gli umani.
Ma niente e nessuno può annientare il suo satellite.
Lei è eterna vita del mondo celeste.
La Regina dei Koti ha avuto fin troppa voce in capitolo nel passato.
Aveva promesso alla Luna di far rimanere per sempre divisi il mondo dei Koti da quello sulla Terra.
Un giorno, però tutto questo venne irrimediabilmente spezzato.
L’amore supera ogni forma di regola e fedele promessa.
Ayden, figlia degli antichi regnanti di Celtica ruppe quel patto e quello fu soltanto il breve inizio di una tragica fine.
Celtica, quell’isola sottomarina e sconosciuta.
Lì, il suo ventre materno partorì un terribile incesto in  nome di un sentimento imperdonabile.
Ora, quella figlia spudorata e ribelle regna sovrana di una Celtica ancora esistente.
E’ lei, Ayden, custode di un sacrilego gesto, che paga ormai da una vita intera.
Un terribile sbaglio: innamorarsi di un umano e concepire con lui una creatura ibrida.
Una cosa davvero ignobile per i suoi genitori e per il suo popolo.
La donna avrebbe dovuto rinunciare per sempre alla sua maternità.
Ayden, però di nascosto partorì e lasciò al suo caro amico mare la sua dolce bambina.
In un certo modo, niente viene dimenticato, perché il mare porta tutto con sé e lo conserva gelosamente.
Aveva regalato quella bambina a quello che era in parte il suo mondo.
Adesso, però dopo tanto tempo, il mare nasconde ancora quel segreto e rivendica ciò che in fondo ha creato dal suo grembo.
Da quel momento Ayden rinunciò per sempre a ciò che aveva di più caro, ma la sua sete di potere e di rivendicazione la punirono ancora una volta.
Aveva da sempre desiderato che tutti gli umani scomparissero diventando completamente Koti. Così avrebbe conquistato il mondo e la dama del Cielo sarebbe rimasta a bocca asciutta.
Ma il Cielo è fratello di quella superba dama e ancora una volta affiancò la Luna.
Per ogni vittima umana trasformata in Koti dalla regina, la Luna aveva pianto amare lacrime.
Esse si erano unite all’acqua salata del mare ed erano diventate le preziose pietre di luna.
Da millenni il mare, il cielo e la Luna erano i fautori di quella magica creazione.
Ed erano le uniche e vere armi esistenti per annientare completamente gli Elfi al calar del sole.
Per ogni lacrima erano state create moltissime pietre, così tante da annientare per sempre il numeroso popolo dei Koti.
Ma la Luna e la regina arrivarono ad un antico patto.
La bianca sorella del mare non avrebbe ucciso i Koti, se Ayden avesse giurato di rinunciare alla sua immensa sete di potere e di conquista. Tutto questo per molti anni venne mantenuto, ma si sa il tempo per quanto possa essere paziente e curativo, non è riuscito ancora a spegnere la forte ambizione di un popolo rimasto in ombra per secoli.
Come la Luna vivrà per sempre, anche la sete di conquista non morirà mai.

Continua qui

martedì 17 luglio 2012

L'occhio della mia anarchia






 









Uomini incalzati dai colpi
In città invisibili
Piangono lacrime di sogni
E di libertà.

Portano fardelli inutili

Per comando del vento.

Uomini in tane

Con finestre straziate dai lividi
In vie dell'orrore
Senza più uscita.

Sopportano il tanfo

Di sangue e di televisione.

Questi uomini che mangiano

- SILENZIOSI -
Nel caldo soffocante
E nel freddo polare.

Appetito saziato

Questo problema é risolto.

Pensieri Per Caso

lunedì 16 luglio 2012

Cerco farfalle...

 
Cerco farfalle
Sulle rive del fiume
ritorno bimba
di Anna Maria Ferrari
dal blog:  Le mie immagini in haiku

domenica 15 luglio 2012

Il tuo corpo



Oggi ti guardo
pieno Sole d’estate
con occhi perduti t’abbraccio
quando di luce scolpisci
il suo corpo di donna:

seni splendenti
ventre pensieroso
chiare colonne
come marmo di Grecia

glutei di seta vestiti
rotondi e accesi come due Lune
uniti e separati
come due perfetti gemelli

la rosa ardente di Amore
tu colori in delicata svolta
quando le sue tenere labbra
sono petali che s’aprono
fiore di rosa

e quando in candido rivo
schiude il desiderio
infinite gocce
in gemme di madreperla

io avvampo e cado
e nulla posso
nei caldi sussurri
     che bagnano gli argini
     di una voluttuosa curva.
 
 
 
 

sabato 14 luglio 2012

Cantico d'amore

Cantico d'amore

Questo mio disgraziato amore
In un oceano d'immensa pena
Per quella donna, regina inaccessibile,
Ed io, poca cosa...

E se la guardo

Io ho spavento
Ma non sono forse un uomo?
Ma io non sono più nulla...

Dio...non ti domando altro

Solo portale il mio silenzio
Forse ascoltando esso
Non dovrò spiegare nulla...

Perché io l'amo fortemente

E lei mi punisce
con questo desiderio spaventevole
Un rantolo sono per lei
Che nemmeno conserva...

Non posso fare a meno d'amarla

Sono scandalo
Mentre imploro
Le sue mani e il suo grembo.


Pensieri Per Caso

mercoledì 11 luglio 2012

ALLE SPALLE DEL MIO TEMPO

Voglio togliermi
il vestito vecchio,
cambiare lo sguardo,
non chiudere il cuore,
questo è il momento.

Non è tardi,
dietro di me rami secchi,
invisibili tristezze,
cicatrici della vita.

Restano lì,
alle spalle del mio tempo.
 
 
 

martedì 10 luglio 2012

Fragilità

E il mondo prosegue
Si confonde in corse di antiche adorazioni
Mentre io tremo
In foreste ferme di cristalli.

Corse senza destinazione
Che non conosco.

Nel mio luogo amore e voli d'angeli
Su sforzi di albe senza tramonti
Tempo e spazio separati
Su tappeti di sentimenti fragili.


Pensieri per caso

domenica 8 luglio 2012

Alla mia amica nemica

Mia giovane amica
dietro la tua maschera
brucia il tuo cuore
e sogni, silenzio senza pace.
La tua lacrima...
un'onda pesante
che s'infrange
sul tuo sonno profondo.
Mia nemica colma di ombre...
nei tuoi capelli
grappoli d'uva matura
e nel tuo ventre, l'inferno.


Pensieri per caso

venerdì 6 luglio 2012

Santi e lacrime



Le mie lacrime sono pagine di un libro monotono
E un Santo che mi parla della morte
Parole d'oro
Che cadono sulle mie ginocchia.
Mio buon Santo
Torna dal tuo Signore...


Pensieri per caso

lunedì 2 luglio 2012

Su limpide acque...





su limpide acque
cercando il suo ramo
trema una foglia










di Liana Margescu


.