domenica 15 luglio 2012

Il tuo corpo



Oggi ti guardo
pieno Sole d’estate
con occhi perduti t’abbraccio
quando di luce scolpisci
il suo corpo di donna:

seni splendenti
ventre pensieroso
chiare colonne
come marmo di Grecia

glutei di seta vestiti
rotondi e accesi come due Lune
uniti e separati
come due perfetti gemelli

la rosa ardente di Amore
tu colori in delicata svolta
quando le sue tenere labbra
sono petali che s’aprono
fiore di rosa

e quando in candido rivo
schiude il desiderio
infinite gocce
in gemme di madreperla

io avvampo e cado
e nulla posso
nei caldi sussurri
     che bagnano gli argini
     di una voluttuosa curva.
 
 
 
 

7 commenti:

sergio celle ha detto...

...ciao Roberto. Grazie della bilocazione. Speriamo sia gradita...Sergio

sergio celle ha detto...

...Roberto sono ancora io, Sergio. Devo chiederti un favore: sul mio blog ho una poesia di un'amica: Simo. Come posso fare per fargliela avere sul suo blog? Come hai fatto tu? Sono inesperto del pc. Grazie...ciao

Roberto ha detto...

Credo proprio di si!

Roberto ha detto...

E' anche amica mia. Non puoi postarla sul suo blog senza autorizzazione, puoi inserirla in un commento come hai fatto adesso.

Cristina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Cristina ha detto...

Mi piace questa poesia molto sensuale e delicata

Roberto ha detto...

Grazie a nome dell'autore!