sabato 8 gennaio 2011

Giorni di sabbia

Sogni appassiti

Da una foto

sgualcita di baci
ancora mi sorridi
e il lampo azzurro del tuo sguardo
accelera i battiti
di un cuore oppresso
dal macigno dell' assenza.

Raccolgo piano le tue carte,

i mille spartiti sparsi
dal tuo amabile disordine.
Alle tue cose, ormai,
riservo le carezze
che a te avevo giurato.

Fiori di campo sciupati,

i nostri sogni giacciono,
sulla fredda lapide
che ti ha accolto.

Cosa rimane di noi

oltre a un cuore graffiato di pena
e una vita appassita?


Josy

Nessun commento: