martedì 4 maggio 2010

Il Borgo delle Ramate

IL BORGO DELLE RAMATE

LE RAMATE, LAGO DELLE STREGHE

Ci sono luoghi, dove la magia inventata,
ti cattura lo sguardo e non te ne liberi più
così, io sono legata a questa terra, a queste case,
che raccontano la loro storia nei sassi,
nei prati, che dolcemente, vanno verso i boschi
e giù al torrente,
che le spoglie cime degli alberi,
aprono la visione e li scorgi l'acqua,
che scorre, non così lontana,
come appare nella richezza della primavera verde.
Così un po stregata, sono prigioniera,
di qualcosa più grande di me,
e tutto questo insieme a volte,
apre la visione sul mondo, ma,
inevitabilmente la chiude, e
come sospeso sulla collina,
guardando verso il mare, che,
le narici respirano la brezza, ma,
non lo puoi vedere,
ed aspetti il buio che scende, ed,
allora tutto viene ripagato,
un immenso tappeto di stelle, che,
non sai dove iniziare a guardarle,
così vincono le più splendenti,
catturano lo aguardo, che,
poi rotea su stesso,
come una ballata senza fine.


Ramate, 6 gennaio 2005


Nessun commento: