martedì 29 gennaio 2013

Il vizio



Ho il vizio di un bagno caldo ed eterno nelle ore mie, ho il vizio delle sigarette maledette. Il vizio di scegliere strade zitte, che non disturbino i respiri.
Ho il vizio di una luna complice che resti nel mio giorno e nella mia notte.

Ho il vizio di buttarmi a piè pari nelle pozzanghere profonde del dolore, invece di entrarci piano e tentare di aggrapparmi alle sponde per uscirne. Ho il vizio di morire.  

Ho il vizio di stamparmi dentro una domenica di tapparelle abbassate e dita intrecciate.  Il vizio di una risata. Il vizio di volere che ci sia domani come oggi, di voler assaggiare il sapore di un’anima, di volere la neve oltre i vetri, il freddo da scaldare. Ho il vizio di volere il mio adesso condiviso, il vizio di guardarmi accanto e voler trovare una voce. Ho il vizio di volere essere me. 


Dal Blog Io Me Stessa e Me 

Madis Iomestessaeme

4 commenti:

MadiS ha detto...

Grazie mille per lo spazio dedicato! :)

Roberto ha detto...

Grazie a te!

Anto ha detto...

Bravissima, una sensazione da conservare, se posso la porto via con me e la trascrivo nel mio blog... Posso?

Roberto ha detto...

L'importante è che tu metta comunque un link al suo blog; chiedi direttamente all'utrice, ciao!