martedì 17 maggio 2016

Parlano i giovani: «Noi, aspiranti lavoratori all’Outlet»

Serravalle Scrivia (AL) - E’ il sogno di pochi, o forse di nessuno, ma intanto ci provano. C’è anche chi ha preso la patente di proposito, «per essere autonomo e automunito». Sono partiti a inizio di maggio i corsi di formazione per i 300 candidati all’assunzione al Serravalle Outlet, collegati all’apertura di 70 nuovi negozi, a ottobre. Età media tra i 20 e i 30 anni, residenti nel raggio di quindici chilometri dal centro commerciale più grande d’Italia. Circa la metà ha un diploma di scuola media superiore in tasca, l’altra metà una laurea breve. Sono per la maggior parte ragazze.



A blocchi di trenta, arrivano nella cittadella dello shopping con tanta speranza e un poco di scetticismo. La prima parte del corso, tenuto dalla direzione del Serravalle Outlet e dai formatori dell’agenzia Iocap, prevede un inquadramento generale della società e l’Abc del buon commesso: come accogliere il cliente, cosa si attendono i visitatori, come rapportarsi con i cinesi e russi, che rappresentano la clientela straniera più massiccia, come automotivarsi. Nessuna promessa di assunzione, ma se tutto va bene, a ottobre, potrebbe arrivare un contratto part time. «Non è il sogno della mia vita fare la commessa, ma è un modo per entrare nel modo del lavoro e rendersi indipendente. Poi si vedrà», dice Elena, da Novi.

La grande maggioranza dei candidati arriva da Novi, il centro zona più popoloso; poi Serravalle, Arquata, Gavi. Qualcuno dalla Val Borbera, come Giulia, di Cantalupo: «Ho appena preso la patente, così posso essere indipendente. Poi non si sa mai, adesso in tutte le selezioni è richiesto l’uso dell’auto».

Continua qui

Nessun commento: