sabato 24 aprile 2010

Sono io

Questa sono io
un abisso di silenzio
-le parole pugnali
che uccidono,
e mani sporche
di bugie
il cielo si separa
dalle preghiere
e lo fa per sempre.
Sono io
quel pianto di spilli
che senti
tintinnare sull'asfalto
dove butto
le illusioni moribonde
-ma non le so
coprire di terra
Sono io
questa fame d'amore
che non so saziare
tra terre straniere
le mie pagine resteno bianche
si possono solo bruciare
Sono io
l'incomprensione
di questa vita che
a volte si scorda di me
-o sono io che
mi scordo di vivere
il perdono del dolore
e degli addii
senza il tempo d'accettarli.
Sono io che amo
quella culla vuota
e un vagito mai udito,
conca d'amore senza respiro.
Sono io
la prigione del tuo cuore
la valle del tuo odio
il fuoco che persiste
sotto la cenere
.....io
tutto e niente

ELISA CORDOVANI

Fonte

Nessun commento: