martedì 19 luglio 2011

Alla fine... mi perdoni.

Alla fine di ogni respiro
c'è sempre un palpitio,
poi un fragile sospiro
...fino al verde dei tuoi occhi.

Alla fine del mio sognarti
c'è sempre nostalgia forte,
poi un acquerello d'autore
fino alla tua pelle rosea.

Alla fine delle mie pazzie
c'è la tua voglia d'amare,
poi un bagno nel tuo candore
fino alla luce che hai nell'anima 

Da "un uomo ridicolo" raccolta di poesie di Silvano Notari
edizione Pendragom Bologna

Nessun commento: